parole intraducibili

nel gruppo italo-russo le ragazze si confrontano sul significato che la stessa parola assume in una lingua e nell’altra. brina, ad esempio, è più dolce in russo che in italiano, la parola russa ha quasi un unico suono, morbido. oppure la parola ingenuo, in italiano ha un senso negativo che in russo non ha. per fede e fiducia in russia c’è un unico termine, mentre la parola amore è molto più importante, non si usa, come a volte in italiano, come vezzeggiativo.
altro gruppo, più etergeneo: dal marocco la parola ghorba non ha equivalente in italiano, si usa per indicare il sentimento di chi non è più nel proprio paese, ma è molto di più della semplice nostalgia.
dal perù: la parola hola apre tutte le porte, va bene in ogni situazione, non esiste una traduzione in un’altra lingua, e soprattutto in perù tutti salutano tutti, sull’autobus, per strada. in italia quasi non ci si saluta, invece.

Explore posts in the same categories: Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

One Comment su “parole intraducibili”

  1. Simona Bodo Says:

    Innanzitutto un augurio di buon lavoro a tutti!
    In attesa di vedere che cosa emerge dalla discussione in corso, pensavo fosse interessante sapere anche se c’è una parola italiana da cui i partecipanti al workshop si sono sentiti “adottati”, o in cui hanno trovato una nuova “casa”…
    Simona


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: